Lavoro da sogno nel deserto - una fabbrica di cemento di grandezza eccezionale

Il cementificio della Yamama Cement, 80 chilometri ad est di Riad, è uno dei più grandi progetti curati attualmente da thyssenkrupp. Uno degli oltre 3.500 lavoratori coinvolti temporaneamente nella costruzione del gigantesco impianto di produzione, è Antony Maria John, Civil Quality Control Engineer alla thyssenkrupp.

Il progetto avviato nel 2016 al centro del deserto ha attirato immediatamente l'interesse del giovane ingegnere. "Ci lavoro dal gennaio 2017. Mi piace soprattutto il design unico dell'impianto. L'impianto di frantumazione è particolarmente impressionante", racconta Antony entusiasta. Grazie a impianti come questo il cementificio Yamama può produrre 20.000 tonnellate di cemento al giorno. Una quantità immensa di materiale da costruzione grigio.

L'importanza del cemento nell'era dell'urbanizzazione

Il cemento è un materiale tradizionale consolidato, ma è anche sostenibile? La risposta è: sì, e precisamente ovunque venga costruito, e le costruzioni non mancano certo. Per la prima volta dagli inizi dell'umanità, oltre metà della popolazione mondiale vive nelle città. A seguito della crescita continua dell'urbanizzazione, la popolazione urbana crescerà entro il 2050 di altri 2,8 miliardi di persone.

Secondo le previsioni, nel 2050 la percentuale di popolazione urbana sarà pari al 70 percento. Acciaio e calcestruzzo assicurano spazi residenziali e commerciali sufficienti e impianti fognari e sistemi di trasporto funzionanti. Antony Maria John spiega così il continuo successo del cemento nel contesto dell'urbanizzazione: "L'infrastruttura del paese ha un ruolo importante nell'ambito dello sviluppo urbano. Sono fermamente convinto che oggi il valore del cemento è superiore al passato e crescerà ancora nel futuro nel contesto dell'urbanizzazione."

Un progetto di dimensioni enormi - Come mantenere la visione d'insieme

In qualità di tecnico per il controllo di qualità civile, Antony fa parte del Civil Quality Team ed è responsabile del controllo qualità del cementificio, comprese le ispezioni connesse, che servono a garantire che tutte le procedure all'interno dell'impianto si svolgano senza impedimenti e che nessuno possa subire lesioni durante il funzionamento. Attualmente oltre 40 ingegneri lavorano nel cementificio. La squadra per il controllo qualità civile e il Occupational Safety and Health Team lavorano in collaborazione per garantire la sicurezza sul lavoro secondo standard elevati. La squadra di Antony svolge in genere 50 interventi d'ispezione al giorno all'interno dello stabilimento.

"Il tipo di mansioni in uno stabilimento di queste dimensioni non si differenzia molto da quelle di progetti più piccoli. Nel cementificio Yamama la sfida consiste nelle pure e semplici dimensioni dell'impianto. Il solo numero di ispezioni giornaliere rappresenta una sfida organizzativa", sottolinea Antony.

Meno polveri sottili nella produzione di cemento

Durante la produzione del cemento si generano polveri, anche polveri sottili, che hanno un impatto negativo sulla qualità dell'aria. Per rendere la produzione più ecologica, nel cementificio Yamama è stata data grande importanza ad un sistema di filtrazione efficace. "Sono stati installati ventilatori nei canali per raccogliere la polvere, senza sostanze inquinanti. Disponiamo inoltre di grandi impianti di filtraggio installati per lo stesso scopo," racconta Antony.

"In realtà, ho sempre voluto farmi prete"

Impianti ad alte prestazioni e ambiziose strutture d'acciaio: Antony sembra aver trovato il lavoro dei suoi sogni. L'ingegnere civile aveva però inizialmente ambizioni totalmente diverse e meno "terrene": "In realtà, ho sempre voluto farmi prete", racconta sorridendo il figlio di un pescatore. "Nel corso dell'università ho però visto molti video di grattacieli e grandi costruzioni. Allora sognavo di essere un giorno parte di un tale progetto. E ora ci sono riuscito", afferma Antony soddisfatto.

"Il mio motto è: lavora duro e con dedizione, e potrai raggiungere qualsiasi obiettivo", ci rivela Antony, per cui il lavoro duro e la passione per il suo lavoro hanno già dato i suoi frutti. All'ingegnere ambizioso piacerebbe lavorare in futuro come direttore ai lavori per affrontare sfide ancora più impegnative e gestire grandi progetti sotto la propria responsabilità.

#together è questo: un grande progetto nello spirito di gruppo

"Per me, l'identità di thyssenkrupp è descritta in modo specifico con la parola together. Il coordinamento e il supporto dei nostri colleghi sono veramente preziosi. Lo ho vissuto sulla mia pelle. Vi sono oltre 20 nazionalità che lavorano fianco a fianco. E vi riescono, perché hanno compreso il significato di together. Questo è il motivo per cui sono lieto di essere parte di thyssenkrupp."

La coesione e l'esperienza professionale rendono forti i nostri team. #together è esattamente la mentalità che ha contribuito a mettere in esercizio un impianto gigantesco come il cementificio Yamama.